Imprimer la page en noir et blanc  Un coup de main  La carte du site  Faites le pont avec notre site!  Abonnez-vous au flux RSS!   Vous désireriez traduire certains messages ? Contactez-nous! FR  DE  PT 
Nous suggérons aux lecteurs qui découvrent les messages de lire d'abord les fondements.

Transizione
I grandi civilizzatori sono di ritorno
 La riattivazione delle piramidi lascia supporre che i grandi civilizzatori sono di ritorno, e saremo in contatto con loro ?

 « Si ! I grandi civilizzatori che hanno creato la civiltà delle piramidi torneranno, e certi sono già in mezzo a voi ma non li vedete, perché la loro frequenza vibratoria potrebbe disturbare chi non è ancora preparato al loro approccio.

Molti di questi civilizzatori si trovano per ora in Egitto, all'interno delle piramidi, poiché all'interno di esse, (soprattutto nella piramide di Cheope), c'è un immenso vortice che è collegato con le costellazioni di Orione e di Sirio. I vortici delle piramidi dell'America del Sud, invece, sono collegate con le Pleiadi.

Ci sono dei piccoli vortici che collegano tutte le piramidi in attività le une alle altre. Quello che vedete delle piramidi non è che un'infinitesima parte di quello che sono veramente.

Delle piramidi non vedete che dei massi di pietra giganteschi posati gli uni sugli altri che formano degli edifici straordinari. Ed è lo stesso per le piramidi dell'America del Sud. Le trovate belle, pensate che chi le ha costruite dovevano essere degli esseri aventi una tecnologia che voi non possedete e tutto ciò provoca molte domande.

Non avete ben impostato la domanda : perché creare dei monumenti così imponenti solo per la bellezza oppure, così dicono, per onorare gli dei ?

No ! Tutto è stato calcolato, tutto è matematico ! Le civiltà delle piramidi hanno costruito dei luoghi straordinari. Quello che vedete non è niente in rapporto a quello che c'è nascosto, e c'è qualcosa di più straordinario, essi hanno programmato la riattivazione di queste piramidi per la vostra epoca attuale.

Dunque tutte le piramidi, che siano quelle in Bosnia, della Cina, o quelle che non vedete in quanto alcune sono completamente sotto Terra, verranno riattivate perché in esse ci sono dei segnali ».

Non riesco a spiegarmi. Non sono segnali. Domando loro portatemi in Egitto, vorrei vedere cosa c'è nascosto, vorrei vedere in che modo potete riattivare le piramidi, io vorrei….

Essi mi dicono :

 « Sei molto umana con i tuoi voglio, voglio, voglio….Tuttavia ti accontentiamo »

Ho l'impressione che il mio corpo vada ad una velocità inimmaginabile. Mi trovo ora davanti alla piramide di Cheope. Mi sembra allo stesso tempo grande e piccola.

Essi mi fanno passare attraverso delle pietre ; è come se non avessero consistenza ! Ho l'impressione di scendere delle scale e che tutto si illumini.

 Davanti a me, si trovano degli esseri molto grandi i quali emanano una luce. Non so se sono loro che illuminano o se è l'ambiente.

 Discendo ancora, e vedo ora una struttura. Quello che vedo è ben al di là della piramide di Cheope.

« La piramide di Cheope è come una porta visibile per gli umani. Essa è soprattutto un condensatore di energie che riceve e poi restituisce ».

Io proseguirei il mio « viaggio » per vedere diverse strutture molto luminose, fatte di una materia un po' cristallina. Vedo molti esseri che sono occupati e sono tutti particolarmente luminosi. Hanno una forma fisica, ma i loro corpi generano una luce.

 Essi mi dicono :

« Non siamo esseri con struttura in carbonio come la vostra, siamo già esseri più che cristallini. Prendiamo un corpo, perché ci permette di “lavorare” più agevolmente in quello che è ancora materia su questo mondo.

Il luogo dove ti trovi attualmente non si trova nella terza dimensione. E' molto al di la ! »

Sono ora in una sala e vedo dei tipi di schermi. Ciò che è curioso, è che ci sono degli esseri di fronte ad essi ; li fanno funzionare con i loro propri pensieri. Uno di essi mi dice :

« Vieni vicino a me ! »

Guardo lo schermo e, tutto ad un tratto, ho l'impressione che questo schermo è una porta ed io sono trasportata nel sistema solare. All'inizio tutto è un po' buio, ed ho l'impressione di viaggiare.

Ora mi trovo in un altro luogo, non so su che mondo. Tutto è molto silenzioso attorno a me, ma mi sento totalmente in pace, rassicurata. L'essere che mi ha detto di guardare in questo tipo di schermo è presente e mi dice :

« In un secondo sei su un altro mondo. Ora sei su quello che voi chiamate pianeta Marte (ma per noi si chiama diversamente). Non vale la pena che ti dica il suo nome poiché voi non potete pronunciarlo. (Non potete pronunciare le parole con le attuali capacità delle vostre corde vocali) ».

Sono ora in un luogo di questo pianeta dove ci sono esseri un po' diversi da quelli che ho trovato sulla Terra. Irraggiano una luce azzurrognola e sono più « trasparenti » di quelli che ho visto sotto la piramide di Cheope (inoltre non è sotto ma molto più lontano).

 Mi dicono :

« Ora ti riconduciamo al tuo punto di partenza. In un secondo, attraverserai quelli che tu chiami schermi, noi possiamo proiettarci dove vogliamo, dal momento in cui sono presenti altri schermi » nei luoghi dove desideriamo recarci.

Dico « schermo » poiché è la parola che corrisponde alla mia conoscenza umana, alla mia conoscenza terrestre.

« In tutte le piramidi, c'è questa specie di piccoli villaggi. Ve ne sono anche di più grandi nelle quali i grandi civilizzatori sono attualmente in azione. Tutto è coordinato ! Ciò che accade è ben al di la della coscienza umana, ben al di la dei vostri piccoli poteri, ben al di la dei vostri piccoli soldati e dei vostri piccoli dirigenti ».

Sono così piccoli in confronto a ciò che ho sentito e percepito, eppure noi li troviamo a volte così grandi !

Scendiamo ad un altro livello dove ci sono degli esseri un poco differenti, più piccoli e tutti tondi. Tuttavia è difficile distinguere la forma reale dei loro corpi. Essi mi dicono :

« Non apparteniamo affatto al vostro sistema solare, ma veniamo anche per contribuire alla trasformazione, alla trasmutazione, alla riattivazione.

In milioni di anni, dei civilizzatori straordinari hanno permesso a questo pianeta di crescere. Quello era il tempo della sua « gioventù ». I civilizzatori non hanno mai abbandonato la Terra, perché le hanno permesso di crescere, di fiorire ; hanno permesso alla vita di crescere e di fiorire, hanno permesso agli uomini che si sono incarnati nella densità di crescere e di fiorire.

Alla fine di questo ciclo, i grandi civilizzatori sono di ritorno, e voi sarete molto sorpresi, speriamo, non di incontrarli ma di vedere la loro opera, di vedere ciò che possono ancora compiere e quello che compiranno.

Infatti, tutto ciò che si trova sotto le piramidi aiuterà la transizione in modo considerevole, con l'aiuto delle energie fotoniche e il loro apporto esterno.

Per ora, non possiamo spiegarvi di più, in quanto non potete ancora assimilare e comprendere. Ci sono dei dati ancora incomprensibili per le capacità umane ».

Potete riprodurre questo testo e darne copie secondo le seguenti condizioni :
  • che non sia tagliato,
  • che non subisca nessuna modifica di contenuto,
  • che fate riferimento al nostro sito  http://ducielalaterre.org
  • che menzionate il nome di Monique Mathieu.
Licenza Creative Commons
Quest' opera è distribuita con licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Francia.
Home page ~ Insegnamenti : Amore/Saggezza ~ Lavorando su se stessi ~ Corso di Saggezza ~ Transizione ~ Avvenimenti ~ Messaggio dei Gerarchi ~ Vari ~ Esercizi ~ Corpo e Salute /***/ Chiavi di saggezza /***/ Forum /***/ Contatto /***/ Il sito : La mappa del sito ~ Aiuto ~ Home page ~ /***/ Stampare ~ Sito principale

Fate uno scambio di link con il nostro sito !         Votate per noi !         Per una migliore visibilità, scarica il browser Firefox gratuito