Imprimer la page en noir et blanc  Un coup de main  La carte du site  Faites le pont avec notre site!  Abonnez-vous au flux RSS!   Vous désireriez traduire certains messages ? Contactez-nous! FR 
Nous suggérons aux lecteurs qui découvrent les messages de lire d'abord les fondements.

Messaggio dei Gerarchi
Messaggio di Liva

 

Vedo un essere che conosco bene. Mi dice molto semplicemente:

« Sono infinitamente felice di potere venire a salutarvi per qualche istante, io Liva, vostro fratello della Luna.

Nel più profondo, all'interno di questo astro c'è una vita intensa. C'è quello che potreste chiamare delle basi dei nostri fratelli galattici, delle basi molto vicine per potere aiutare la Terra quando dovremmo aiutare in un modo o in un altro.

All'interno di queste basi gli esseri sono formati, ma non è una formazione militare o una formazione che potreste fare sulla Terra. Sono formati a livello del pensiero, a livello dell'Amore -forza, a livello dell'Amore “vivo”, perché molti esseri saranno obbligati, ad un certo punto di accogliere una moltitudine di anime che partiranno dal mondo della Terra o semplicemente di rassicurare e di aiutare i Terrestri se fosse necessario.

Dalla prima volta in cui presi contatto con voi, ho « viaggiato » molto, ma il mio Amore è sempre molto forte, fortissimo per questo piccolo pianeta che è la Terra. Dico “questo piccolo pianeta” perché rispetto alle altre sfere e agli altri pianeti che ho potuto visitare è veramente piccolo, ma è meraviglioso; sono molto fiero di appartenere momentaneamente a questo sistema solare e sono anche molto fiero di vedere la nuova energia della mia sfera la Luna. Avrà anche un grande impatto sull'evoluzione della vita su questo mondo.”

E' molto curioso, ho l'impressione che mi dà la mano, anche se la mia coscienza non abbia mano. Mi porta con lui.

Vedo l'esterno della Luna tutto difforme e vedo anche l'altra parte della Luna che non è difforme. C'è una grande entrata e una porta, ma non è una porta visibile, è un campo di forza un po' bluastro. Liva tiene nella sua mano un apparecchio che assomiglia ad un tubo che dirige verso questo campo di forza e in quel momento il passaggio si libera.

Andiamo verso una immensa stanza, dove ci sono parecchie piccole navicelle molto luminose che possono ospitare quattro o cinque Seleni.

Mi dice :

« Fra noi, i Seleni, gli abitanti dell'interno della Luna, ci sono allo stesso modo degli umani e altre razze che vengono da altre sfere.

Sono delle navette di esplorazione a breve distanza. Per noi la distanza fra la Terra e la Luna è molto breve, tuttavia malgrado questo, siamo obbligati a passare in corridoi specifici per non ferire, in un certo senso, l'aura della Terra.

Si preparano molte cose attualmente su quello che chiamate il satellite Terra ma io la chiamo il mio piccolo pianeta che amo tantissimo. »

Vedo adesso molti esseri con delle forme differenti, ne vedo uno che ho conosciuto e visto molto tempo fa, ha un viso tutto rotondo, piccoli occhi e una pelle molto bianca, lo vedo da molto vicino, non è molto grande.

Mi dice :

« Vi sono ancora, in queste immense stanze sotterranee, quello che potremmo chiamare dei condensatori di energia. Hanno per fine, “restaurare” le protezioni del pianeta Terra della quale avete tanto danneggiato, tanto distrutto con tutti gli aggeggi inviati nello spazio.

E' uno scandalo per noi vedere tutto questo e saremmo obbligati, in un momento adesso relativamente molto corto, di fare una grande pulizia di tutti questi detriti che avete proiettato fuori dal vostro pianeta. Siete veramente degli incoscienti perché in questo senso avete mutilato il vostro pianeta su molti territori, non soltanto nel suo corpo di materia ma anche nei suoi corpi energetici.

Come voi, il vostro pianeta ha ugualmente dei corpi energetici e delle multidimensionalità.

Siamo continuamente obbligati a riparare gli errori che avete commesso. Se non lo facessimo, i raggi solari, quelli che qualificate come ultravioletti, avrebbero già distrutto una grande parte della vita sulla Terra. Abbiamo dunque la capacità di restaurare e di correggere alcuni dei vostri errori.

Adesso opero sulla mia carissima Luna perché il lavoro c'è sempre ed è molto importante.

Sono stato formato in un altro sistema solare. »

Liva mi parla di Orione, un pianeta di Orione molto sviluppato con delle tecnologie che funzionano per metà con la forza del pensiero e l'altra metà con una parte materiale. Mi dice anche:

« Non avete coscienza della vita che si trova nella vostra atmosfera e che state distruggendo. Anche per questo dobbiamo intervenire per salvare quello che possiamo salvare.

Presto gli esseri umani capiranno i loro errori, ma dovranno pagare il prezzo per capire molto bene.

Noi, i Seleni, abbiamo vissuto un pochino quello che vivete attualmente, ma eravamo molto meno distruttori di voi perché vivevamo all'interno del nostro pianeta. Tuttavia ci mancava una certa energia, e quando ho preso contatto con voi parecchi anni fa, eravamo, come direste voi sulla Terra, malati.

Adesso una grande parte del popolo Seleno lavora per aiutare il pianeta Terra. Alcuni lavorano sulla nostra sfera la Luna, altri lavorano su altre sfere e altri sistemi solari.

Siamo trasmutati, non siamo più nella vibrazione nella quale eravamo quando presi per la prima volta contatto con questo canale. D'altronde vedrete sempre più cose strane, non soltanto attorno alla Luna, ma colorazioni particolari sulla Luna stessa. Siate attenti, vi saranno molti segni che vi avvertono e vi avvertiranno dei grandi cambiamenti che cominciate a vivere e che continuerete a vivere fino alla grande transizione.

Sono veramente, io, Liva, molto felice di potere scambiare qualche istante con voi, molto felice di farvi capire che non siete soli, che siamo numerosi ad aiutare non soltanto l'entità e l'anima della Terra, ma anche ogni Vita.

Altre squadre come la mia hanno l'incarico di prendere la sostanza dell'anima gruppo di alcune specie che lasciano la Terra, come la specie molto evoluta dei delfini che lasciano la Terra e che possiedono un'anima specifica. Certuni di loro hanno dunque la missione di accompagnare molti popoli del mare sul loro nuovo mondo.

Abbiamo moltissimo « lavoro » come potreste dirlo sulla Terra. Non è lo stesso lavoro che fate sulla Terra, perché tutto quello che facciamo è fatto nella coscienza dell'Amore; lo facciamo non soltanto per i nostri fratelli terrestri e per tutto ciò che vive sulla Terra, ma lo facciamo anche per rendere grazia alla Sorgente, perché nel momento in cui abbiamo cambiato il ciclo abbiamo capito, nello stesso momento in cui abbiamo cambiato il piano. Adesso abbiamo molta più coscienza di che cosa è l'Amore immenso della Sorgente.”

Sono sempre con Liva in questo grandissimo hangar.

« Adesso è tempo che ti accompagni, ritorna sul piano della Terra. Io Liva, vostro fratello della Luna, ho avuto un grande piacere a salutarvi questa sera; sarò sempre più vicino a voi perché opero sempre più per l'avvenimento, per la transizione di questo magnifico pianeta che si chiama Terra. (Si chiama ben diversamente, ma per voi si chiama ancora la Terra).

Vi amo infinitamente ! Io e tutti i miei fratelli vi offriamo tutto il nostro Amore e vi salutiamo.”

Potete riprodurre questo testo e darne copie secondo le seguenti condizioni :
  • che non sia tagliato,
  • che non subisca nessuna modifica di contenuto,
  • che fate riferimento al nostro sito  http://ducielalaterre.org
  • che menzionate il nome di Monique Mathieu.
Licenza Creative Commons
Quest' opera è distribuita con licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Francia.
Home page ~ Insegnamenti : Amore/Saggezza ~ Lavorando su se stessi ~ Corso di Saggezza ~ Transizione ~ Avvenimenti ~ Messaggio dei Gerarchi ~ Vari ~ Esercizi ~ Corpo e Salute /***/ Chiavi di saggezza /***/ Forum /***/ Contatto /***/ Il sito : La mappa del sito ~ Aiuto ~ Home page ~ /***/ Stampare ~ Sito principale

Fate uno scambio di link con il nostro sito !         Votate per noi !         Per una migliore visibilità, scarica il browser Firefox gratuito