Imprimer la page en noir et blanc  Un coup de main  La carte du site  Faites le pont avec notre site!  Abonnez-vous au flux RSS!   Vous désireriez traduire certains messages ? Contactez-nous! FR  DE  EN 
Nous suggérons aux lecteurs qui découvrent les messages de lire d'abord les fondements.

Messaggio dei Gerarchi
L’arrivederci del Grande Delfino Bianco

Mio Dio ! Lo vedo  ! Davanti a me, vedo colui che viene a dirci arrivederci. Vedo il magnifico Delfino Bianco, ed è molto bello. Mi dice:

« Voi, umani, non siate tristi !

Partiremo tutti e voi lo sapete ! Quello che più mi fa pena è la sofferenza degli oceani che sono vuoti di vita, e gli oceani hanno bisogno dell’Amore di tutti gli esseri che vi vivono.

Noi, popoli del mare, nella maggioranza abbiamo deciso di lasciare questo mondo. »

Mi dice questo :

« Ora so in quale mondo andrò, e so quello che sarò. Non sarò più come i miei fratelli ovvero come quello che chiamate: mammifero marino. Con tutto quello di più difficile che ho imparato e vissuto su questo mondo, almeno nel mio elemento, l’elemento marino, ho “chiuso per sempre” e vado su un altro mondo, pronto ad accogliermi così come, è pronto un altro mondo per tutti coloro che chiamate grandi mammiferi marini, alcuni di loro prenderanno una forma praticamente umana.

E’ la scelta della nostra specie, è anche il favore che ci danno gli Dei Creatori. Tuttavia sono un poco triste di lasciare questo mondo, di lasciare coloro che amo tuttora e che non hanno ancora lasciato questo mondo.

Tu, piccola terrestre, tu che non ami molto l’ambiente dove ci troviamo ed è magnifico, ti diremo : se tu vedessi quanto effettivamente accadde negli oceani ! Se tu vedessi la sofferenza dei nostri fratelli, dei grandi mammiferi marini, dei delfini o coloro che voi chiamate i piccoli pesci! C’è la volontà di lasciare questo mondo che non vi potete immaginare.

Io vengo oggi a dirvi « arrivederci ». Sono triste e felice, triste di lasciare alcuni dei miei fratelli che non fanno ancora parte del viaggio ma mi ritroveranno molto presto, e soprattutto triste di lasciare anche voi che camminate sulla terraferma. Voi non ci avete capito quando invece chiedevamo solo di amarvi, condividere quanto siamo e condividere le nostre conoscenze.

Voi, popoli della Terra, avete sempre pensato che i popoli degli oceani non erano niente altro che dei volgari pesci, e noi vi diciamo : no, non è affatto così ! Alcune delle nostre specie hanno una intelligenza straordinaria, e anche se non hanno la capacità di esprimersi come gli uomini, di creare come gli uomini, hanno la capacità di corrispondere attraverso una specie di telepatia.

Noi, popoli del mare, avremmo potuto insegnarvi tante cose su voi stessi, perché nell’acqua che è il nostro elemento viene iscritto tutto il vostro passato, tutto quello che questa Terra ha vissuto, e abbiamo la capacità di capire e di integrare tutto quello che la Terra ha vissuto.

Ti amo profondamente, tu che parli, come amo profondamente coloro che ascoltano. Che cosa può rappresentare l’Amore di un delfino? Per noi è immenso, e non avete coscienza di che cosa può rappresentare.

L’oceano soffrirà della mancanza dei suoi figli, reagirà con collera e violenza molto semplicemente perché non ci sarà più il popolo del mare per calmare la sua sofferenza.

Bisogna che capite che vi è uno scambio vibratorio, uno scambio di Amore tra l’oceano e i popoli dell’oceano, così come vi è uno scambio di Amore tra i diversi regni del vostro elemento solido, della vostra Terra. Vi è uno scambio di Amore tra i mondi minerali, vegetali e animale. Vi sono ugualmente dei mondi all’interno degli oceani. Abbiamo i mondi minerali, vegetali e animale, e ci piacerebbe dire mondi molto più che animale!

Vorrei ripetere questo prima di lasciarvi : la mia partenza non è la fine di ogni cosa, la mia partenza simbolizza, al contrario, il rinnovo, il cambiamento, il cambiamento per voi che vivete sulla terraferma, e anche il cambiamento della vostra coscienza.

Alcuni fra voi, umani, avranno pena della nostra partenza, delle nostre partenze in massa e della mia partenza da questo mondo. Costoro avranno capito di essere capaci di scambiare l’Amore con noi, ma presto voi, abitanti della terraferma, così come ogni vita su questo pianeta, come per noi, questo sarà il rinnovamento.

Non sarò più su questo mondo per vivere questo rinnovo e molti esseri umani non saranno allo stesso modo su questo mondo per viverlo. Vi saranno molte partenze in massa come delle onde successive. Non vi affliggete per le partenze in massa degli umani, non vi affliggete per le partenze di tutti i popoli del mare.

Forse pensate che quando non vi saranno praticamente più vite nel mare ne resteranno molte sulla terra ? Pensate forse che con il grande inquinamento e la vostra incoscienza avete veramente perturbato l’ambiente della vita del popolo del mare? Pensate forse che questo potrà durare ancora e ancora?

Se potreste vedere quello che ho visto, quello che i miei fratelli hanno visto, questo immenso, gigantesco inquinamento nel Golfo del Messico, se potreste vedere tutti gli inquinamenti e il non-rispetto totale della vita in parecchi luoghi dei vostri oceani, sareste forse tanto tristi quanto noi! Questo è nascosto alla vostra vista perché vi sono metri, metri e metri di acqua che vi nascondono la realtà delle profondità.

Vi sono partenze che vedete quando i nostri fratelli muoiono sulle vostre spiagge, ma vi sono anche molte partenze che non vedete. Vi sono anche partenze fatte con l’aiuto di coloro che potreste chiamare i vostri fratelli galattici.

Quello che noi sopportiamo quando ci prendono, è incomprensibile per voi ora, abbiamo la grande fortuna, quando accediamo su questi vascelli, di potere essere trasformati, trasmutati prima di andare sul pianeta che è il nostro. Nei vascelli che ci trasformano, vi sono come delle “camere di trasformazione delle vita”. Farà la stessa cosa per quelli che saranno presi; sarà più semplice perché resterete degli umani ma umani sublimati, mentre noi supereremo il regno animale (che non è giusto dire così) noi cambieremo “categoria” e avremo corpi umani che non saranno uguali ai vostri, ma saremo comunque con dei corpi umanoidi.

Io, il Grande Delfino Bianco, ho tristezza per coloro del popolo del mare che vivono ancora nella sofferenza, ho sofferenza per i miei fratelli che mi amano e che vivono sulla Terra ferma, ma ho tuttavia una grande gioia perché so quello che mi aspetta.

Siate coraggiosi ! Non è per domani che questo mondo vivrà la sua fine ! E’ dopodomani che questo mondo vivrà la sua ultima trasformazione. Non parlo del “domani” o del “dopodomani” umano, parlo di un tempo, di un periodo.

Vi dirò anche questo : non potrete neanche più nutrirvi dei popoli degli oceani troppo inquinati. Anche questo fa parte del Piano, deve essere così.

Vi amo . Non siate tristi  ! Il vostro divenire è magnifico ! Forse un giorno ci ritroveremo, forse mi riconoscerete e io vi dirò: un giorno, sul piccolo mondo, sono venuto a parlare ad una piccola umana molto gentile che ha saputo ascoltarmi e trasmettere quello che avevo da dire.”

Adesso vi lascio. Che il mio immenso Amore sia sempre vicino a voi ! Amate i popoli che vivono negli oceani, è l’unica cosa che potete fare per loro.

Adesso vi dico arrivederci. »

Lo sento adesso da molto lontano, come se si fosse girato nel più profondo degli oceani. La sua magnifica testa sembrava essere sui miei ginocchi. Aveva occhi di una bellezza e di un Amore straordinario, e, forse non ci crederete, era come se stesse sorridendo.

Appena lo sento ; mi dice :

« Non dimenticate di inviare Amore a coloro che non sono ancora partiti, a coloro che non hanno transitato, ai popoli degli oceani.”

del Grande Delfino Bianco

Mio Dio ! Lo vedo  ! Davanti a me, vedo colui che viene a dirci arrivederci. Vedo il magnifico Delfino Bianco, ed è molto bello. Mi dice:

« Voi, umani, non siate tristi !

Partiremo tutti e voi lo sapete ! Quello che più mi fa pena è la sofferenza degli oceani che sono vuoti di vita, e gli oceani hanno bisogno dell’Amore di tutti gli esseri che vi vivono.

Noi, popoli del mare, nella maggioranza abbiamo deciso di lasciare questo mondo. »

Mi dice questo :

« Ora so in quale mondo andrò, e so quello che sarò. Non sarò più come i miei fratelli ovvero come quello che chiamate: mammifero marino. Con tutto quello di più difficile che ho imparato e vissuto su questo mondo, almeno nel mio elemento, l’elemento marino, ho “chiuso per sempre” e vado su un altro mondo, pronto ad accogliermi così come, è pronto un altro mondo per tutti coloro che chiamate grandi mammiferi marini, alcuni di loro prenderanno una forma praticamente umana.

E’ la scelta della nostra specie, è anche il favore che ci danno gli Dei Creatori. Tuttavia sono un poco triste di lasciare questo mondo, di lasciare coloro che amo tuttora e che non hanno ancora lasciato questo mondo.

Tu, piccola terrestre, tu che non ami molto l’ambiente dove ci troviamo ed è magnifico, ti diremo : se tu vedessi quanto effettivamente accadde negli oceani ! Se tu vedessi la sofferenza dei nostri fratelli, dei grandi mammiferi marini, dei delfini o coloro che voi chiamate i piccoli pesci! C’è la volontà di lasciare questo mondo che non vi potete immaginare.

Io vengo oggi a dirvi « arrivederci ». Sono triste e felice, triste di lasciare alcuni dei miei fratelli che non fanno ancora parte del viaggio ma mi ritroveranno molto presto, e soprattutto triste di lasciare anche voi che camminate sulla terraferma. Voi non ci avete capito quando invece chiedevamo solo di amarvi, condividere quanto siamo e condividere le nostre conoscenze.

Voi, popoli della Terra, avete sempre pensato che i popoli degli oceani non erano niente altro che dei volgari pesci, e noi vi diciamo : no, non è affatto così ! Alcune delle nostre specie hanno una intelligenza straordinaria, e anche se non hanno la capacità di esprimersi come gli uomini, di creare come gli uomini, hanno la capacità di corrispondere attraverso una specie di telepatia.

Noi, popoli del mare, avremmo potuto insegnarvi tante cose su voi stessi, perché nell’acqua che è il nostro elemento viene iscritto tutto il vostro passato, tutto quello che questa Terra ha vissuto, e abbiamo la capacità di capire e di integrare tutto quello che la Terra ha vissuto.

Ti amo profondamente, tu che parli, come amo profondamente coloro che ascoltano. Che cosa può rappresentare l’Amore di un delfino? Per noi è immenso, e non avete coscienza di che cosa può rappresentare.

L’oceano soffrirà della mancanza dei suoi figli, reagirà con collera e violenza molto semplicemente perché non ci sarà più il popolo del mare per calmare la sua sofferenza.

Bisogna che capite che vi è uno scambio vibratorio, uno scambio di Amore tra l’oceano e i popoli dell’oceano, così come vi è uno scambio di Amore tra i diversi regni del vostro elemento solido, della vostra Terra. Vi è uno scambio di Amore tra i mondi minerali, vegetali e animale. Vi sono ugualmente dei mondi all’interno degli oceani. Abbiamo i mondi minerali, vegetali e animale, e ci piacerebbe dire mondi molto più che animale!

Vorrei ripetere questo prima di lasciarvi : la mia partenza non è la fine di ogni cosa, la mia partenza simbolizza, al contrario, il rinnovo, il cambiamento, il cambiamento per voi che vivete sulla terraferma, e anche il cambiamento della vostra coscienza.

Alcuni fra voi, umani, avranno pena della nostra partenza, delle nostre partenze in massa e della mia partenza da questo mondo. Costoro avranno capito di essere capaci di scambiare l’Amore con noi, ma presto voi, abitanti della terraferma, così come ogni vita su questo pianeta, come per noi, questo sarà il rinnovamento.

Non sarò più su questo mondo per vivere questo rinnovo e molti esseri umani non saranno allo stesso modo su questo mondo per viverlo. Vi saranno molte partenze in massa come delle onde successive. Non vi affliggete per le partenze in massa degli umani, non vi affliggete per le partenze di tutti i popoli del mare.

Forse pensate che quando non vi saranno praticamente più vite nel mare ne resteranno molte sulla terra ? Pensate forse che con il grande inquinamento e la vostra incoscienza avete veramente perturbato l’ambiente della vita del popolo del mare? Pensate forse che questo potrà durare ancora e ancora?

Se potreste vedere quello che ho visto, quello che i miei fratelli hanno visto, questo immenso, gigantesco inquinamento nel Golfo del Messico, se potreste vedere tutti gli inquinamenti e il non-rispetto totale della vita in parecchi luoghi dei vostri oceani, sareste forse tanto tristi quanto noi! Questo è nascosto alla vostra vista perché vi sono metri, metri e metri di acqua che vi nascondono la realtà delle profondità.

Vi sono partenze che vedete quando i nostri fratelli muoiono sulle vostre spiagge, ma vi sono anche molte partenze che non vedete. Vi sono anche partenze fatte con l’aiuto di coloro che potreste chiamare i vostri fratelli galattici.

Quello che noi sopportiamo quando ci prendono, è incomprensibile per voi ora, abbiamo la grande fortuna, quando accediamo su questi vascelli, di potere essere trasformati, trasmutati prima di andare sul pianeta che è il nostro. Nei vascelli che ci trasformano, vi sono come delle “camere di trasformazione delle vita”. Farà la stessa cosa per quelli che saranno presi; sarà più semplice perché resterete degli umani ma umani sublimati, mentre noi supereremo il regno animale (che non è giusto dire così) noi cambieremo “categoria” e avremo corpi umani che non saranno uguali ai vostri, ma saremo comunque con dei corpi umanoidi.

Io, il Grande Delfino Bianco, ho tristezza per coloro del popolo del mare che vivono ancora nella sofferenza, ho sofferenza per i miei fratelli che mi amano e che vivono sulla Terra ferma, ma ho tuttavia una grande gioia perché so quello che mi aspetta.

Siate coraggiosi ! Non è per domani che questo mondo vivrà la sua fine ! E’ dopodomani che questo mondo vivrà la sua ultima trasformazione. Non parlo del “domani” o del “dopodomani” umano, parlo di un tempo, di un periodo.

Vi dirò anche questo : non potrete neanche più nutrirvi dei popoli degli oceani troppo inquinati. Anche questo fa parte del Piano, deve essere così.

Vi amo . Non siate tristi  ! Il vostro divenire è magnifico ! Forse un giorno ci ritroveremo, forse mi riconoscerete e io vi dirò: un giorno, sul piccolo mondo, sono venuto a parlare ad una piccola umana molto gentile che ha saputo ascoltarmi e trasmettere quello che avevo da dire.”

Adesso vi lascio. Che il mio immenso Amore sia sempre vicino a voi ! Amate i popoli che vivono negli oceani, è l’unica cosa che potete fare per loro.

Adesso vi dico arrivederci. »

Lo sento adesso da molto lontano, come se si fosse girato nel più profondo degli oceani. La sua magnifica testa sembrava essere sui miei ginocchi. Aveva occhi di una bellezza e di un Amore straordinario, e, forse non ci crederete, era come se stesse sorridendo.

Appena lo sento ; mi dice :

« Non dimenticate di inviare Amore a coloro che non sono ancora partiti, a coloro che non hanno transitato, ai popoli degli oceani.”

Potete riprodurre questo testo e darne copie secondo le seguenti condizioni :
  • che non sia tagliato,
  • che non subisca nessuna modifica di contenuto,
  • che fate riferimento al nostro sito  http://ducielalaterre.org
  • che menzionate il nome di Monique Mathieu.
Licenza Creative Commons
Quest' opera è distribuita con licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Francia.
Home page ~ Insegnamenti : Amore/Saggezza ~ Lavorando su se stessi ~ Corso di Saggezza ~ Transizione ~ Avvenimenti ~ Messaggio dei Gerarchi ~ Vari ~ Esercizi ~ Corpo e Salute /***/ Chiavi di saggezza /***/ Forum /***/ Contatto /***/ Il sito : La mappa del sito ~ Aiuto ~ Home page ~ /***/ Stampare ~ Sito principale

Fate uno scambio di link con il nostro sito !         Votate per noi !         Per una migliore visibilità, scarica il browser Firefox gratuito