Imprimer la page en noir et blanc  Un coup de main  La carte du site  Faites le pont avec notre site!  Abonnez-vous au flux RSS!   Vous désireriez traduire certains messages ? Contactez-nous! FR  HE 
Nous suggérons aux lecteurs qui découvrent les messages de lire d'abord les fondements.

Vari
Il teatro della vita

02/09/2011

« Nell’immensa sala di teatro nella quale recita l’attuale umanità sul pianeta Terra in cui ognuno di voi è attore, alcuni recitano ruoli drammatici, diversi ruoli comici, altri commedie, ma ogni umano recita un magnifico o una terribile scena di teatro.

Così come un’opera di teatro, vi è un inizio e una fine, c’è un’apertura del palcoscenico e una chiusura del sipario.

Riflettete anche su questo ! Non siete lontano dalla chiusura del sipario, in seguito vi sarà un’altra scena di teatro vissuta in un’altra realtà.

Una vita qualunque essa sia, eccetto quando si è raggiunto un livello molto elevato nell’Amore, nella frequenza vibratoria, nella Conoscenza, è sempre una parte di teatro. Una vita vissuta è una parte di teatro.

Quando iniziate a vivere quest’opera di teatro attraverso lo spirito, cioè la creazione attraverso lo spirito, non è più la stessa opera teatrale rispetto a quella che vivete nella materia ! Tuttavia, ogni esperienza, qualunque essa sia, corrisponde alla realtà di quello che siete, del luogo dove siete e del momento in cui la vivete.

Che siate su questo mondo, come lo siete attualmente, o su un altro mondo dove andrete sicuramente, vivete sempre delle esperienze, ma su altri mondi li vivrete maggiormente con il vostro cuore, con un’altra coscienza, con la vostra capacità di creare con lo spirito.

Fino a quando non finirete le vostre esperienze di evoluzione su x e y piani, in x e y vite, sarete sempre nella recitazione però non avendone coscienza.

Vi sono opere teatrali nelle quali non vi è bisogno di vivere momenti drammatici, dove le opere di teatro sono solo bellezza, armonia e Amore. E’ verso esse che vi avviate. Nell’attesa che arrivi questo momento, la vostra opera di teatro non è finita, il vostro sipario non è ancora calato.

La vita su questo mondo, quanto difficile sia, è assolutamente magnifica per la vostra evoluzione. Percepite solo un lato della vostra vita; non vedete tutto quello che vi può dare nell’ambito della vostra anima e del vostro Divino. Ogni esperienza, qualunque essa sia, vi fa crescere, rinforza il vostro Amore e anche i vostri comportamenti, la comprensione e la conoscenza.

Anche noi che vi parliamo, in un certo senso viviamo ugualmente la nostra opera teatrale di cui voi siete una parte. Fate parte del nostro gioco. E’ un gioco evolutivo, certamente, è un gioco di Amore, di comprensione, ma siamo nella stessa opera di teatro poiché, in un certo senso, siamo le vostre guide, i vostri protettori e anche i registi, perché prima che veniste su questo mondo abbiamo fatto insieme il vostro programma.

Che cosa è un programma ? Sulla Terra, quando andate a vedere un’opera teatrale, vi danno un programma. Così siete informati sul soggetto dell’opera alla quale parteciperete in quanto spettatore e non come attore.

Quindi siamo degli spettatori, ma degli spettatori un poco particolari poiché vi aiutiamo. Siamo degli “spettatori protettori”. E’ forse un poco complesso; provate ad immaginare che la vostra vita è un’opera di teatro e che aldilà della terza dimensione vi sono molti spettatori che imparano da voi e che perfino vi aiutano, che sono felici quando la vostra scena è ben recitata, quando gli attori danno tutto quello che possono dare, quando gli attori condividono il loro Amore con il loro pubblico, con gli spettatori. Nel momento in cui considerate di essere dei semplici attori su questo mondo, e per qualunque cosa accada, immaginate che questo fa parte della scena che state recitando.

Dall’inizio delle vostre incarnazioni su questo mondo, avete recitato mille e mille opere teatrali. Avete recitato la scena del neonato, del bambino, dell’adolescente e dell’adulto. Ogni scena di teatro è tuttavia completamente eterogenea ma molto fruttuosa!

Allora, più sarete dei buoni attori, più renderete felici gli spettatori, e perfino voi stessi ne ricaverete una gioia profonda, quella di avere fatto delle buone prestazioni, di avere dato piacere a coloro che vi guardano, di avere fatto una buona rappresentazione per coloro che recitano con voi.

Perché parliamo di quello che siete, gli attori che siete ? Perché siete in realtà gli attori della vostra stessa vita, e che ogni mattina mettete in scena un nuovo passaggio della vostra vita.

Non avete ancora vissuto le più belle scene, il fuoco d’artificio prima della caduta del sipario. Alcune cose, certamente, saranno difficili, ma vi saranno cose straordinarie corrispondenti a questa fine di ciclo, a questo fuoco d’artificio prima della caduta definitiva del sipario.

Ci piacerebbe farvi riflettere un poco sulla vostra vita, sui vostri comportamenti, sulla tolleranza dell’uno con l’altro, di voi stessi e degli altri, sulla vostra generosità, sulle vostre capacità a capire meglio quello che vi circonda e a capire meglio voi stessi.

Vi abbiamo detto tante, tante cose da tanti e tanti anni ! Abbiamo percorso un lungo cammino, abbiamo camminato al vostro lato, adesso siamo ancora molto più vicino a voi. Siamo molto vicino alla scena che recitate. Vi è poco spazio tra quello che siamo e quello che siete in quanto attore sul pianeta Terra.

Perché vi è poco spazio ? Perché presto sarete come noi: avrete un altro corpo, integrerete il vostro corpo di Luce, capirete di percepire intuitivamente e di non mettere parola, e soprattutto percepirete e vivrete molto più Amore.

L’Amore ! Inseguite l’Amore fin dalla vostra nascita ! E’ presente in tutte le scene di teatro della vostra vita! L’Amore detiene una grandissima importanza per tutti gli attori, e tuttavia non lo conoscete. Lo sfiorate, a volte lo percepite e ne siete infinitamente felici.

Che cosa cercate ? Cercate l’unità, cercate l’Amore negli attori della scena recitata insieme, ma gli attori di questa scena cercano, anche loro, l’Amore, quel Amore che né gli uni né gli altri possono dare.

Questo Amore, è l’Amore del vostro Divino ! E’ l’Amore di cui ne sentirete la totalità solo quando avrete fatto l’unità! Siete assettati di Amore, e siccome non l’ho trovate, siete per tutto il tempo insoddisfatti.

Poco a poco, questo Amore si manifesterà in voi. Non avrà nulla da vedere con l’amore che conoscete. Sarà come un’energia che vi riempirà dall’interno e vi colmerà! Non dovrete chiedere nulla, si manifesterà, molto semplicemente!

Questo accadrà un poco prima dell’ultima scena di teatro. E’ per questa ragione che quando il sipario cadrà, realizzerete la vostra unità.

L’Amore ! Un soggetto molto importante per gli umani, e così importante anche per noi, la più importante per ogni vita !

L’ Amore  ! Imparate a trovarlo in voi, imparate a riconoscerlo in coloro che vi circondano ! L’Amore non è il sentimento che conoscete. Potrebbe sembrarvi freddo, ma è la più bella vibrazione esistente.

Immaginate che ad un tratto la scena di teatro sia praticamente terminata. Ci sono gli applausi; le vostre guide, gli Esseri di Luce, tutti i vostri prossimi che hanno lasciato il piano della Terra sono là, presenti per applaudirvi, e provate una estrema felicità. Tuttavia vi manca ancora qualche cosa: questo Amore che viene dall’interno di voi stessi, il solo che possa veramente colmarvi!

Ad un tratto, provate una gioia profonda, la gioia di essere riusciti bene nell’ultima scena di teatro. In quel momento, si produce come un’illuminazione in voi, e percepite un’immensa energia che vi sommerge, inonda completamente quello che siete. Vivete la vostra stessa fusione, e tutti gli spettatori che vi guardano vedono quanto diventate e ne sono infinitamente felici, perché percepiscono l’immenso Amore, questa unità, questa fusione nell’Uno.

Di conseguenza, anche loro percepiscono un Amore più forte rispetto a quello che dimorava loro fino a quel giorno, perché vivete su dei piani di Luce, e quando siete spettatori di rappresentazioni teatrali, dovunque possano essere recitate, crescete nell’Amore.

Fino a quando ritrovate la Sorgente, continuerete a crescere, a crescere ancora, ed è la più grande felicità che un’anima e una Parte Divina possano ricevere.

Figli della Terra, Figli delle Stelle, siamo tutti i vostri spettatori. Siate certi che ne avete molto, molto più di quello che potete immaginare! Negli spettatori, vi sono tutti gli esseri che avete amato durante le vostre multiple vite, vi sono le vostre guide, vi sono i vostri Fratelli di Luce, i Grandi Esseri e i Grandi Maestri.

Immaginate fino a che punto questi spettatori possano essere numerosi ! In una sola incarnazione, per una così piccola e breve vita, avete una famiglia, dei parenti, dei fratelli e delle sorelle, dei figli, tutta una generazione di esseri. Questo può rappresentare più o meno una cinquantina di persone. Allora quanti spettatori rappresenterebbero se per x e x vite, se avete avuto cento, due cento o mille vite qui e altrove! Immaginate una sala di spettacolo tutta piena! Solo per il vostro gruppo di anime, ci sono tanti, tanti e tanti esseri che avete conosciuto e che vi sono cari!

Quando passerete la dimensione superiore, quando avrete lasciato il vostro corpo di materia in un modo o in un altro (il modo in cui lo lascerete non ha nessuna importanza), sarete così sorpresi di incontrare gli esseri che avete molto amato ma di cui il ricordo vi è stato completamente tolto! Sarete anche sorpresi di rendervi conto di chi siete!

Non avete nessuna coscienza di quello che siete, avete semplicemente coscienza di quello che siete in quanto entità terrestre. Avete semplicemente la conoscenza di voi, l’immagine che vi rinvia il vostro specchio e di quello che siete stati capaci di compiere in questa vita. Avete la conoscenza di quello che diventerete, certamente, attraverso le vostre esperienze, ma dietro a tutto questo vi sono tante, tante esperienze! Esse esistono in voi. Dove si trovano? Si trovano nella vostra anima, nel « disco duro » del vostro computer di bordo.

Poco a poco, prima che il sipario sia calato, molte cose vi saranno restituite, ma a dosi “omeopatiche”, perché nella vita presente non bisogna avere accesso a troppe cose che corrispondono a quello che siete stati. Bisogna finire la vostra scena teatrale nella serenità. Le cose restituite saranno unicamente quelle che potranno servirvi in questa fine ciclo e che potranno aiutarvi a rendere la vostra recita teatrale magnifica.

Vi parliamo di questo affinché abbiate più coscienza di quello che siete, non nel senso di esseri umani sperimentando la vita su questo mondo, ma in quanto Esseri che hanno già percorso un lungo cammino, che hanno già vissuto multiple esperienze. »

Potete riprodurre questo testo e darne copie secondo le seguenti condizioni :
  • che non sia tagliato,
  • che non subisca nessuna modifica di contenuto,
  • che fate riferimento al nostro sito  http://ducielalaterre.org
  • che menzionate il nome di Monique Mathieu.
Licenza Creative Commons
Quest' opera è distribuita con licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Francia.
Home page ~ Insegnamenti : Amore/Saggezza ~ Lavorando su se stessi ~ Corso di Saggezza ~ Transizione ~ Avvenimenti ~ Messaggio dei Gerarchi ~ Vari ~ Esercizi ~ Corpo e Salute /***/ Chiavi di saggezza /***/ Forum /***/ Contatto /***/ Il sito : La mappa del sito ~ Aiuto ~ Home page ~ /***/ Stampare ~ Sito principale

Fate uno scambio di link con il nostro sito !         Votate per noi !         Per una migliore visibilità, scarica il browser Firefox gratuito